pexels-photo-192774
lifestyle

Lavorare nel mondo della moda: ecco come

Lavorare nel mondo della moda è un’opportunità unica e preziosa, ma soprattutto meno complessa di quanto possa sembrare dall’esterno.

Perché trovare un impiego in questo ambito non significa necessariamente entrare dalla porta principale: pensate alla miriade di posizioni aperte che gravitano intorno a questo universo, per le quali non serve necessariamente possedere un titolo di studio come la laurea. Beh, certo, questo non significa che sia facile: l’impegno e la totale dedizione sono due caratteristiche che vengono ancora prima dello studio e della creatività.

Moda: quali sono le professioni in questo settore?

Nonostante lo stilista sia spesso la figura di punta che in molti sognano, esistono anche altre professioni strettamente legate a questo ambito, come ad esempio il fashion designer. Eppure, le opportunità maggiori vengono da aree “di contorno”, come la comunicazione: pensate al social media manager, all’addetto stampa, all’editor e ovviamente al marketing manager.

Nel campo del management c’è davvero grande spazio per lavorare: il brand manager, ad esempio, è una figura fondamentale per definire le strategie relative al marchio degli stilisti, così come il product manager, il cui compito è definire tutto ciò che concerne il prodotto, dalla progettazione fino al lancio su una determinata nicchia di mercato.

Formazione: la laurea è obbligatoria nel campo della moda?

La laurea non è obbligatoria. Ma, così come in altri campi, se si vuole lavorare nel campo della moda questo titolo di studio rappresenta un plus non da poco, che potrebbe far scavalcare in sede di assunzione più di una concorrente.

Una delle opzioni più pratiche e allo stesso tempo affascinanti per arricchirsi con una laurea di settore (sì, anche dopo i 20 anni!) è quella degli atenei online: l’università Unicusano, ad esempio, propone diversi master online che vanno dal Luxury brand management fino ad arrivare alla comunicazione e al Digital marketing. Una soluzione che merita di essere presa in considerazione, perché consente di frequentare a distanza i corsi stando comodamente al pc di casa e al tempo stesso di fortificare alcune competenze indispensabili nel mondo della moda, come ad esempio lo storytelling, la gestione dei social e tutte quelle capacità indispensabili per comunicare il messaggio del brand al grande pubblico.

Quali sono le competenze laterali più importanti?

La laurea ovviamente non basta per vincere in questo mondo. Pensate solo che anche i migliori nel campo della moda hanno fatto la gavetta, faticando e lavorando h24 per raggiungere il loro obbiettivo: la disciplina, la costanza, lo spirito di sacrificio sono elementi fondanti di qualsiasi professione riguardi questo universo. E soprattutto non basta avere grande creatività, se alla base non si può contare su questi fattori fondamentali per esaltarla. Queste caratteristiche sono fondamentali soprattutto se si intende lavorare “dietro le quinte”, ovvero nel settore della comunicazione, del marketing e del management: qui l’abilità vincente è quella di assimilare il messaggio del brand e a convertirlo in qualcosa di concreto, da comunicare al target giusto nel giusto mercato.

9 Comments

  • Hai dato davvero delle informazioni molto utili a chi vuole sapere come lavorare nel mondo della moda!

    XOXO

    Cami

    Rispondi
  • molto interessante e utile questo post!

    Rispondi
  • Molto interessante questo articolo, ottimi consigli per chi vuole entrare nel mondo della moda
    Alessandra

    Rispondi
  • ci vuole soprattutto creatività =)

    Rispondi
  • Giro questo tuo post a una mia cara amica che vuole entrare in questo mondo

    Rispondi
  • Informazioni molto utili grazie per la condivisione!

    Rispondi
  • Sicuramente come in tutti i campi anche questo necessita competenze e duro lavoro, resta comunque un settore affascinante!

    Rispondi
  • Davvero ottimi consigli!!!

    Rispondi
  • Grandiosi consigli!!

    Rispondi

Write a comment