travel

My Amsterdam City Guide: What to see (part two)

Una delle cose di Amsterdam che più mi è piaciuta è che per le strade sembra essere sempre festa.
Le vie del centro sono popolate a tutte le ore e piazza Dam, Rembrandtplein* e Leidseplein sono sempre affollate di gente che suona, gente che dipinge, gente che mangia, gente che incontra altra gente: è davvero bellissimo.
Rembrandtplein e Dam sono due piazze centrali (vi ritroverete ad attraversarle spessissimo) e da lì si raggiungono facilmente le attrazioni più famose della città: il mercato dei fiori e il quartiere a luci rosse.One of the things I liked the most in Amsterdam is that it always seems to be a feast everyday.
The streets are always populous and Dam Square, Rembrandtplein* and Leidseplein are crowded with people who play, people who paint, people who eat, people who meet other people: it’s amazing.
Rembrandtplein and Dam are two central squares (you will cross them very often) and they’re near the most famous attractions of the town: the flower market and the red light district.

*plein=piazza
*plein=square

Image and video hosting by TinyPic
some coffee houses in Rembrandtplein

Il mercato dei fiori è una tappa obbligata se volete rifornirvi di bulbi di tulipani (e non solo) e offre una piacevole passeggiata ‘odorosa’. Nei suoi dintorni c’è la Krijtberg, una chiesa neogotica molto graziosa, e il complesso del Begijnhof, una sorta di convento al cui interno si trova una delle chiese cattoliche clandestine della città (l’altra che ho visitato è la Petrus en Pauluskerk, vicino al museo storico).

The flower market is the place to go if you want to buy tulip bulbs (and many more) and it offers a nice ‘smelling’ walk. In its neighbourhood there’s the Krijtberg, a very charming neogothic church, and the Begijnhof, a kind of cloister in which there’s one of the clandestine catholich churches of the town (the other one I visited is the Petrus en Pauluskerk, near the Historic museum).

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
the flower market by day and night
Image and video hosting by TinyPic
the Begijnhof

Il quartiere a luci rosse si trova nei pressi della stazione ferroviaria e, nonostante ciò che si potrebbe immaginare, è una zona molto tranquilla, ordinata e piacevole. Oltre alle donne in vetrina, ai sexy shops e ai coffee shops, qui sorge l’edificio più antico della città: la Oude Kerk (chiesa vecchia).
Non lontano si trova la casa di Rembrandt che mi è piaciuta moltissimo sia per la splendida esposizione di acqueforti all’ultimo piano, sia per la fedele ricostruzione dell’arredamento e della sua collezione di oggetti d’ogni tipo. L’ingresso al museo include un’audioguida sintetica ma esaustiva.

The red light district is near the train station and, despite what you could imagine, it’s a very quite area, tidy and pleasant. Besides the women in the windows, the sexy shops and the coffee shops, there’s the older building of the town: the Oude Kerk (old church).
Not far from here there’s the Rembrandt house which I really liked both for the amazing etchings exposition and for the reconstruction of the furniture and the collection of the artist. At the entrance you will receive a brief but exaustive audioguide.

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic
the red light district
Image and video hosting by TinyPic
in the Rembrandt house

Amsterdam è una città ricca di parchi e aree verdi e, se ne avete la possibilità, potrete trascorrere intere giornate a rilassarvi sui loro prati. Purtroppo le nostre giornate erano sempre un po’ frenetiche e l’unico luogo naturalistico che siamo riusciti a visitare è l’Orto Botanico. Anche se avete poco tempo a disposizione, vi consiglio di non perdervi questa piccola meraviglia in cui sono state impiantate per la prima volta in Europa piante esotiche come l’ananas e il caffè. Al suo interno ci sono anche una serra con tre diversi climi (sud-africa, foresta tropicale e deserto) e una suggestiva serra delle farfalle.

Amsterdam is rich in parks and green areas and you can spend whole days in relaxing on the grass. Unfortunately our days were always a bit frantic and the only naturalistic place we visited was the Botanical Garden. Even if you have a short time, don’t miss this little wonder in which there were planted exotic trees like ananas and coffee for the first time in Europe. Inside the garden you will find a greenhouse with three different climates (south-africa, rain forest and desert) and a suggestive butterfly greenhouse.

Image and video hosting by TinyPic

Prossimamente vi parlerò del cibo e dei luoghi dello shopping…quindi…restate connessi!

I will talk about food and shopping soon…so…stay tuned!

13 Comments

  • Myriam è bellissima la foto della farfalla, non l’avevo mai vista così da vicino! comunque grazie della tua guida ho cambiato opinione su Amsterdam, è davvero troppo carina! soprattutto di notte con quei tanti lampioni che illuminano la città! è davvero tanto romantica! fortunata te che ci sei stata!;)

    Rispondi
  • I Begijnhof sono tipici di quelle zone, in Belgio si trovavano ovunque. Anche a Leuven ce n’era uno carinissimo. Sei rimasta colpita anche tu dal red light district? mi aspettavo una zona “malfamata” e squallida, invece sembrava tutti così “sterilizzato”, non so spiegarti. E naturalmente anche lì non ho potuto fare a meno di afre le mie solite figuracce! Perchè, se ci hai fatto caso, le ragazze sembrano delle Barbie. Belle e brutte hanno una pelle magnifica (ma secondo me mettono qualche lozione a qualche correttore che uniforma la pelle). Conmunque, incuriosita, mi sono avvicinata troppo alle vetrine e le ragazze da dentro mi facevano segno di allontanarmi! ahaha
    Per i pantaloni ti ho risposto sul mio blog.
    baci, e auguri anche a te 🙂

    Rispondi
  • nice post!

    Rispondi
  • Ecco ad Amsterdam non sono mai stata, spero che le tue info mi siano utili quanto prima:-)

    Rispondi
  • ma che belle foto!
    prima o poi devo proprio andarci ad amsterdam!

    Rispondi
  • Ho sempre più voglia di partire…
    Deve essere una città piena di vita, se penso che a Milano, a parte quei due tre posti, non c’è in giro un’anima dopo le 8…
    bellissime foto Myriam!

    Rispondi
  • woww that flower market looks so beautiful! I went to Amsterdam two years ago and I really like it. In fact, it’s quite similar to Belgium and I love these old houses.

    xoxo
    mycherrygum.com

    Rispondi
  • the photo of the tulip market is lovely!

    Rispondi
  • Troppo bello questo post..e troppo belle queste foto.Complimenti **
    Mi hanno fatto venire una super voglia di volare ad Amsterdam!

    Rispondi
  • Del quartiere a luci rosse, sono rimasta “sconvolta” del fatto che, oltre alle belle ragazze, ci fossero signore non proprio giovani, non proprio in forma e con una quantità di cellulite a dir poco spaventosa!!! ahahahhaha 😀

    Rispondi
  • bellissime immagini!!

    un abbraccio

    Rispondi
  • Carine le foto, mi dai voglia di tornarci, decisamente!!

    Buona settimana cara!

    Rispondi
  • wow, con queste magnifiche foto che hai scattato mi hai fatto venir voglia di andare ad Amsterdam!!!*_*

    Rispondi

Write a comment