travel

My Amsterdam City Guide: What to see (part one)

Chi vive in una grande città o è abituato a visitare metropoli come Parigi o Londra troverà estremamente facile girare per Amsterdam anche se la metro è fuori uso, come mi è successo: i tram sono funzionali e non c’è praticamente traffico dato che tutti girano in bici (anche quando piove!), in più se siete abbastanza allenati sarà un piacere passeggiare tutto il giorno tra vicoletti e ampie strade signorili.Non credete a chi vi dice che ad Amsterdam c’è solo sesso e droga, è una bugia!! C’è così tanto da vedere che vi servirà almeno una settimana (intensa), in più considerate che i musei aprono intorno alle 11 e chiudono quasi tutti alle 17 e le chiese seguono orari tutti loro: avrete bisogno di un enorme spirito organizzativo.

Who lives in a big city or is used to visit towns like Paris or London will find very easy going around Amsterdam even if the metro is out of order, like I experienced: trams are functional and there’s no traffic because everyone rides a bike (even when it’s raining!), more if you’re trained you’ll have fun in walking all day through narrow streets and wide posh avenues.

Don’t believe who says that you’ll only find sex and drugs in Amsterdam, it’s a lie!! There’s so much to see that you’ll need almost a (intense) week, moreover you have to know that museums open at about 11 and close at 17 and churches have its own timetable: you’ll need a huge organizational spirit.

Image and video hosting by TinyPic

La prima cosa che potete fare è un giro della città attraverso i suoi canali: è davvero molto bello (le visite sono in lingua olandese, inglese, tedesca, spagnola) e in più vi permetterà di orientarvi più facilmente nei giorni seguenti. Se avete intenzione di girare tanto vi consiglio la IAmsterdamCard (da 1, 2, 3 giorni) che vi permetterà di visitare gratis la maggior parte dei siti e musei e girare gratis sui mezzi pubblici, oltre a darvi alcuni sconti in determinati ristoranti.

The first thing you can do is a city tour on its canals: it’s very nice (visits are in dutch, english, german and spanish) and it will be useful for orienting yourselves during the next days. If you are planning to visit many places I suggest you to buy an IAmstedamCard (for 1, 2, 3 days) which will allow you to visit many museums and other things for free, you will have some discounts in selected restaurants too.

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Personalmente, se c’è una cosa che adoro è visitare musei: i miei preferiti sono quelli dedicati alle arti figurative ma se potessi visiterei anche i più strampalati. Certo, non è facile convincere monsieur! Ammirare dipinti non è proprio il suo passatempo preferito, preferisce piuttosto i musei storici e in questo cerchiamo di venirci incontro. Ad Amsterdam c’è un’ottima selezione di entrambe le cose!

Il museo storico della città narrà molto bene la nascita di Amsterdam e la sua crescita (fino ai giorni nostri) con reperti, installazioni e interessanti didascalie. Il museo Allard Pierson è un museo archeologico piccino ma con una sezione egizia molto carina: purtroppo le didascalie sono solo in olandese. Infine il Tropenmuseum (museo dei tropici) è uno splendido museo interattivo (se avete dei bambini al seguito andateci, l’adoreranno!) che narra la storia del colonialismo e usi e costumi dei paesi colonizzati dai Paesi Bassi.

I really like visiting museums: my favourite are the ones dedicated to figurative arts but if I could I’d visit the strangest one too. Well, persuading monsieur isn’t easy! He’s not interested in painting very much and he prefers historic museums. Fortunately Amsterdam has a great selection of both the two things!

The Historic museum shows the history of the city and its grown up very well with finds, captions and installations. The Allard Pierson museum is a small archeological museum with a nice Egyptian section: unfortunately captions are only in dutch. The Tropenmuseum (museum of tropics) is an amazing interactive museum (if you have children with you, they’ll love it!) which shows the history of colonialism and the customs of all the places colonized by the Netherlands.

Image and video hosting by TinyPic
antiche scarpe nel museo storico / ancient shoes in the Historic museumvisitare musei mentre fuori piove è un’ottima idea! /
visiting museums when outsid
e is raining is a great idea!
Image and video hosting by TinyPic

spilline-ingresso all’Allard Pierson / entrance-pins at the Allard Pierson
Image and video hosting by TinyPic

al Tropenmuseum c’è una splendida sezione dedicata alla musica e agli strumenti musicali che si possono ascoltare con le cuffie o calpestando le orme che vedete nella foto (si parla anche di Beatles e di Ravi Shankar!) / in the Tropenmuseum there’s an amazing area dedicated to music and instruments you can listen through headphones or by standing on the footprint you can see in the pic (you will listen about the Beatles and Ravi Shankar too!)

 

Per quanto riguarda l’arte moderna e contemporanea, due tappe fondamentali sono sicuramente il museo Van Gogh e il Rijksmuseum. Purtroppo non ho potuto visitare il secondo poiché era in ristrutturazione e aveva orari ridotti (informatevi a tale proposito se avete intenzione di andarci a breve!). Il museo Van Gogh ha dei bellissimi quadri e spiega molto bene la vita e l’educazione artistica del pittore, inoltre il venerdì sera ospita anche concerti ed eventi e per questo chiude alle 22, ma se non avete la IAmsterdamCard prenotate o preparatevi ad affrontare una fila lunghissima: per evitare folla intorno ai dipinti l’ingresso è limitato a poche persone per volta.
Avrei voluto visitare anche l’Hermitage Amsterdam ma purtroppo non si può fare tutto…

Concerning modern and contemporary art, two fundamental places to go are the Van Gogh museum and the Rijksmuseum. Unfortunately I wasn’t able to visit the second one because it was in restructuring and it had a reduced timetable (inquire about it if you are going to visit it soon!). The Van Gogh museum has amazing paintings and it shows the history of the painter very well, more on friday night there are concerts and other events so it closes at 22, but book your ticket if you don’t have the IAmsterdamCard or get ready to face a long queue: the entrance is admitted to few people in small stages so they won’t find a crowd near the paintings.
I wish I would have visited the Hermitage Amsterdam too but time wasn’t enough…

…TO BE CONTINUED…

37 Comments

  • Che bella che è! molto bella la tua foto, è spontanea!

    Rispondi
  • great post!

    xoxo from rome
    K.
    http://kcomekarolina.blogspot.com/

    Rispondi
  • che bella la prima foto!!!

    Rispondi
  • Quante belle foto! Molto interessante la tua “guida”, Amsterdam è una città che (per qualche motivo) non mi ha mai attirata perticolarmente, però ora comincio a vederla con occhi diversi.

    Rispondi
  • wow…voglio andarci!!!che foto meravigliose *_* la prima poi è….frrrr DOLCISSIMA!!!!voi siete dolcissimi *_* BACIONI CARA

    Rispondi
  • che bella amsterdam vorrei tanto andarci un giorno!
    carinissime le foto!:*

    Rispondi
  • Oh I LOVE LOVE Amsterdam!!
    Looks fun!

    Rispondi
  • molto interessante questo post!!

    Rispondi
  • Bella questa guida a puntate!
    Sono stata ad Amsterdam solo un giorno (di passaggio purtroppo) e non ho visto molto, dovrei tornarci 🙂

    Rispondi
  • P.S. Ci siamo lasciate commenti praticamente nello stesso momento :DD

    Rispondi
  • Ciao Miriam,
    post interessantissimo. Complimenti.
    pensa che mio fratello vive li con la fidanzata….mi sa che hanno capito tutto dalla vita…
    mi fa piacere averti scoperto.
    passero spessissimo da qui.
    ciao
    Nicola freshONpr

    Rispondi
  • io sono stata ad amsterdam a giugno e son riuscita a visitare anche il museo delle borse! niente di particolarmente culturale ma molto elegante e ben fatto…un piacere per gli occhi e un dolore per il cuore!! quante ne avrei rubate!!
    serendipity

    Rispondi
  • adoro il tuo blog!!!!! il post è carinissimo,ora voglio andare ad Amsterdam…poi gli anelli e lo smalto son bellini 😉 di che marca è lo smalto???un anello è di h&m l’ho riconosciuto…

    Rispondi
  • @Carmen: ti dirò, anch’io non ero ispiratissima da amsterdam, inizialmente la decisione era venuta dopo aver trovato un volo economico. ma appena ho sfogliato la guida in libreria ho subito capito che l’avrei adorata!! facci un pensierino anche tu 😉

    @serendipity: oh non mi ci far pensare! avevo l’albergo a due passi da lì e non sono riuscita ad andarci! ero curiosissima…

    @Francesca C: grazie! l’anello grosso e quello con la pietra nera sono di H&M, gli altri due vintage. lo smalto è una limited edition di avon che ho preso quest’estate, si chiama vintage blue.

    Rispondi
  • Ti posso contattare in privato per informazioni su Amsterdam? sai anche io e il mio ragazzo vogliamo andare da qualche parte, ma non abbiamo ispirazione XD

    Rispondi
  • @Marta: certo che puoi 😉

    Rispondi
  • Che meraviglia queste foto 😀

    Rispondi
  • Ottima guida! Io ad Amsterdam ci sono stata e confermo quello che hai scritto, non solo sesso e droga. E’ una bellissima città: il mercato dei fiori, i canali, le mille bici che se non stai attento ti investono, il museo Van Gogh e il Rijksmuseum, la casa di Anna Frank…
    Quello che non mi è piaciuto? il fatto che la maggior parte delle Chiese siano chiuse e l’odore di urina (orinatoi pubblici compresi) in giro…
    Una cosa che mi ha sconvolto è stato vedere dall’esterno un’apparente Chiesa, in realtà era sconsacrata e internamente vendevano cartoline pornografiche………… alquanto squallido!

    Rispondi
  • siiii io pure voglio andare! e pensare che una mia carissima amica di scuola é proprio di amsterdam! uffi! e voglio assolutamente girarla in bici, dev’essere troppo bello!

    Rispondi
  • cavoli avrai girato anzi avrete girato come dei matti per vedere tutte queste cose: deve essere una bellissima città!la metto nella lista delle città da vedere!

    Rispondi
  • mi hai messo voglia di visitarla…
    belle foto 🙂

    Rispondi
  • gran bel post…aspetto il seguito!!! ps: troppo belli quegli occhiali!

    Rispondi
  • how fun to read your amsterdam post 😉

    Rispondi
  • La foto delle vostre mani è dolcissima.
    Bel post.

    Rispondi
  • Buondì Myriam!
    Davvero complimentissimi per questa guida è davvero esaustiva. Mi piace molto la foto con le vostre mani sopra la cartina, la trovo romanicissima! 😀

    Un bacio
    Ire

    Rispondi
  • Che guida super efficiente!!! Grazie Myriam…Io e il mio ragazzo volevamo andarci a Natale, ma i voli costano parecchio, quindi optiamo per la classica Parigi! Quando troviamo il tempo di andarci ti chiederò senz altro mille consigli!!! Amsterdam mi dà l’idea di essere una città molto “polite”, sbaglio?!
    Un bacio

    eli
    http://www.eli-a-porter.blogspot.com

    Rispondi
  • Che bella guida di Amsterdam! Mi sono già salvata il post nella mia cartella link per viaggi, sperando davvero di poterla visitare presto!

    Rispondi
  • amore!!
    come stai? tutto ok, vero? che belle foto!!
    mi mancano le vacanze!!!
    baci

    Rispondi
  • Questa guida è grandiosa! Sicuramente ne terrò conto nel caso dovessi fare tappa ad Amsterdam (cosa che spero accada molto presto 😉 )
    Un saluto!

    Rispondi
  • Wuaaa che foto bellissime! prima o poi visiterò anche io questa splendida città! Questa estate invece ho visitato la bellissima Vienna…beh che dire, ci ho lasciato il cuore! Davvero ancora complimenti! :-* bacione!

    Rispondi
  • Complimenti, dovresti pubblicarla la tua guida, me la stampo subito nonostante conosca Amsterdam abbastanza bene… certo gli orari sono tipici, e certi tratti di carattere olandesi… non ti rendono la vita facile, ecco! 😉

    E grazie mille per la tua visita su rossovelvet, comunque mi riconosco nella memoria corta (uno strazio, i libri soprattutto me li dimentico, persino gli Agatha Christie tempo qualche mese dimentico i colpevoli!!)… e poi siiiii, il PONCHO. Penso che sia stato il primo oggetto di ‘moda’ che io abbia desiderato da piccola… grazie cinema! xD

    Rispondi
  • Tesoro, mi stai facendo rivivere il mio viaggio ad Amsterdam di qualche anno fa..grazie per il reportage!

    Rispondi
  • Hanno parlato benissimo anche a me della città.
    Ottimo il tuo resoconto.

    Buon mercoledì!

    Rispondi
  • Una guida utile, tutto quello che nel mio viaggio ad Amsterdam non ho visto per mancanza di organizzazione! hehe

    http://www.giocodidonne.blogspot.com/

    Rispondi
  • Che bel post, non manca proprio niente! Dev’essere stato un bellissimo viaggio, complimenti!!

    Rispondi
  • @Lela-seasight: guarda, dopo la puzza tremenda sotto i portici di lisbona non può farmi impressione (quasi) più niente! anche a me non è piaciuto il fatto che le chiese siano quasi sempre chiuse, dato che adoro visitarle

    @Eli: beh si lo è ma ha anche i suoi “lati oscuri”: ad esempio girando di notte è quasi irriconoscibile..è sporca! ma al mattino presto arrivano camioncini e operatori e tutto di nuovo brilla 😀

    @Madame Bovary: tutto bene, grazie! che piacere risentirti!

    Rispondi
  • anch’io ho fatto il giro sul battello! quello che mi manca è la foto nelle lettere in cui c’è scritto “I amsterdam” :/

    Rispondi

Write a comment