viaggiare-con-un-bambino
maternity, travel

Riflessioni di una neomamma che vuole continuare a viaggiare

Diventare mamma vuol dire rivedere le proprie priorità e, tra queste, riconsiderare il concetto di viaggio.

L’idea di viaggiare con un neonato è molto coraggiosa. Nonostante il mio piccolo abbia poco più di un mese, questa cosa l’ho già capita! Tra cambi da portare sempre dietro, pianti improvvisi e inconsolabili, notti insonni quando meno te l’aspetti… ok, forse meglio rimandare a quando nostro figlio sarà un po’ più grande.

Ad ogni modo, il viaggio “di famiglia” non potrà mai essere come la luna di miele per forza di cose. Per viaggiare con un bambino va scelta una meta tranquilla e poco impegnativa, che abbia la possibilità di svolgere attività con i bambini e che non sia troppo caotica. Anche il luogo dove soggiornare è importante perché deve essere dotato dei comfort essenziali a un bimbo piccolo.

Albergo o casa vacanza?

Se penso alle cure e agli spazi di cui ha bisogno il mio Carlo – e a quelli di cui avrà bisogno nei mesi a venire – mi viene quasi naturale scartare a priori l’idea di soggiornare in un albergo. Immaginate già solo il dover preparare le pappette di un bebè con qualche elettrodomestico di fortuna attaccato alla presa del regolabarba. Ehm…non ci siamo proprio.

Il soggiorno ideale per viaggiare con un bambino, almeno per quanto mi riguarda, è la casa vacanza. Ha i suoi spazi ben organizzati, è dotata di una comoda cucina, non sottosta a orari rigidi da rispettare. Così, se il bebè vi ha tenuti svegli fino alle 6 del mattino, potete rimettervi a dormire senza l’ansia della colazione che viene servita non oltre le 10.

C’è più spazio per farlo giocare, più libertà nei movimenti. Si può adibire un’area della casa con i suoi indispensabili – passeggino, culla, necessaire per il cambio – senza doversi arrampicare sugli armadi per andare in bagno. Trovo poi sia anche carino ritrovare un po’ di familiarità con “l’aria di casa” che è impossibile ricreare in un hotel, per quanto sia dotato di tutti i comfort.

La cosa bellissima è che ci sono siti dove prenotare case davvero da sogno, in location altrettanto da sogno, che non hanno nulla da invidiare agli alberghi. A tale proposito vi segnalo Holidu, un motore di ricerca per case vacanze che confronta le offerte di vari siti e le unifica tutte sul suo portale, con tanto di recensioni di chi vi ha soggiornato.

Appena Carlo diventa un po’ più grande, mi metto alla ricerca di una nuova meta.

14 Comments

  • Deve essere abbastanza complicato viaggiare con bimbi piccoli a seguito

    Rispondi
  • Questo sito proprio non lo conoscevo.
    Grazie Miriam, bella dritta 😉

    Rispondi
  • Sicuramente viaggiare con un bambino è più impegnativo, mi sono segnata Holidu, perché lo voglio riferire a mio fratello e la sua compagna! 🙂 baciii

    Rispondi
  • E’ uno dei miei pensieri di quando sarò (se lo sarò) mamma… chissà se riuscirò, lo spero tanto!

    Rispondi
  • In effetti è complicato, ma fattibile!

    Rispondi
  • sono adesso in un family hotel sulle dolomiti, il compromesso perfetto direi!

    Rispondi
  • Anche noi per i primi 2 anni di Caterina abbiamo fatto viaggi più “comodi” e la casa vacanze è stata la soluzione ideale anche per le nostre esigenze. Ora mi sto un po’ pentendo di non aver osato di più quando era piccola e le sue esigenze erano solo latte e braccia della mamma (senza lanciarsi in viaggi di chissà che tipo, ma i nostri spostamenti si sono limitati a Milano-Liguria…si può fare di più!!!). La scorsa estate poi abbiamo sperimentato una vacanza in un Family Hotel e devo dire che ci siamo trovati benissimo, soprattutto perchè tutto è studiato a misura di bambino, anche gli orari!

    Rispondi
  • Da neomanna si può e si deve viaggiare! Noi ai tre mesi della bimba abbiamo fatto capodanno e natale in montagna (Trentino!), a sei mesi Palermo, a 9 mesi Sardegna ed ora a 14 mesi siamo stati a New York per vederla addobbata a festa. Basta organizzarsi e tutto si può fare!

    Rispondi
  • davvero degli ottimi consigli per tutti i genitori

    Rispondi
  • Anche con i bambini si può tranquillamente continuare a viaggiare

    Rispondi
  • Sicuramente la casa vacanza è una soluzione ottima per chi viaggia con bambini piccoli!

    Rispondi
  • Per ora non ho mai ragionato in questo senso non avendo figli, ma penso che opterei per la casa vacanze! 🙂

    Rispondi
  • Non conoscevo il motore di ricerca che ci segnali, andrò a dare un’occhiata!

    Rispondi
  • Questo post è molto interessante e mi riguarda anche da vicino lo terrò a mente

    Rispondi

Write a comment