wedding-dress
wedding

Quello che ho imparato sulla scelta dell’abito da sposa

Nella mia ricerca ne ho provati quasi 60, visitando ben cinque atelier – di cui uno due volte. E poi, sì, l’ho trovato. Sto parlando, ovviamente, dell’abito da sposa.

Durante questo periodo ho imparato un po’ di cose sulla scelta dell’abito da sposa, sono stati momenti emozionanti ma anche molto stressanti, alcuni dei quali li ho condivisi su Instagram (@mmodemoiselle) e anche qui sul blog.

Ricordate quando vi ho parlato della mia prima esperienza disastrosa? Trovate il post qui  → click!

Dopo quel momento il mio morale era davvero a terra e ho avuto bisogno di tutto il supporto del mio personale entourage per farmi coraggio e prendere un nuovo appuntamento.

Quello che ho imparato sulla scelta dell’abito da sposa

Ma oggi non voglio parlarvi della cronologia degli eventi che mi hanno portato a scegliere il “mio” abito; quello che voglio fare è raccontarvi cosa ho imparato sulla scelta dell’abito da sposa, magari possa servire anche a voi.

1. Circondarsi delle persone giuste è essenziale

Che sia una persona fidata o dieci non importa. L’importante è che siano persone di cui vi fidate sia per il buon gusto che per i consigli che potranno darvi. Che l’atelier che visitate sia piccolo non è un problema, sarà loro premura aggiungere qualche sedia in più se le persone che vi accompagnano sono numerose.

Io ho portato con me mia madre, mia sorella e mia cugina tutte le volte, alle quali si è aggiunto mio padre in alcune occasioni. Mi sono sempre fidata del loro parere obiettivo, più delle commesse e dei loro: “Ti sta bene tutto”. E’ stato il mio entourage per tutto il periodo della scelta e il mio supporto nei momenti di indecisione/sconforto.

La decisione finale è stata mia ma tutti loro sono stati fondamentali durante quest’esperienza.

2. Se non siete convinte, non fermatevi

Non ascoltate le commesse quando vi dicono che provare troppi abiti manda in confusione. Se non siete convinte, la confusione sarà il vostro terreno fertile. Non fermatevi fino a quando non spunterà fuori il vostro abito e, credetemi, spunterà. Di atelier è davvero pienissimo e ognuno di loro presenta proposte diverse in base al gusto di chi sceglie e acquista gli abiti di campionario che vengono provati in negozio.

Quando visitate atelier che acquistano i marchi, funziona più o meno così: il titolare acquista gli abiti di campionario in alcune taglie standard che fa poi misurare alle future spose. I modelli sono infiniti e ogni atelier ne ha una rosa in esclusiva su quel territorio, per questo è quasi impossibile trovare lo stesso abito in più atelier se si trovano nella stessa città. Una volta scelto il vostro abito (che misurate con gli spilli che lo stringono, nel caso sia troppo grande), le commesse prendono le vostre misure e l’abito viene ordinato alla casa madre esattamente nella vostra taglia.

Quando visitate atelier sartoriali, invece, gli abiti sono esclusive creazioni dello stilista quindi sono pezzi unici. E’ possibile creare anche un modello secondo il vostro gusto e le vostre esigenze, sempre però tenendo conto dello stile e del mood di quell’atelier in particolare.

3. L’abito che vedete indossato dalla modella non è l’abito che indosserete

Lo sappiamo tutte ma ogni volta ci caschiamo: le foto sul web e sui cataloghi sono ritoccate all’inverosimile nonostante le modelle che indossano gli abiti siano già vicine alla perfezione. Il risultato è che spesso l’abito dei sogni che vediamo sulle riviste nella realtà risulta completamente diverso sulla gruccia, figuriamoci indosso a noi comuni mortali. I colori sono falsati, i ricami sembrano più intensi o più artificiosi, i tessuti possono rivelarsi scadenti.

La cosa importante è quella di individuare bene il genere che volete indossare. Non parlo del modello la cui idea potrebbe cambiare in base alla vestibilità sul vostro corpo. Pensate piuttosto se volete un abito romantico, se vi piace il pizzo, il taffetà, le trasparenze effetto tattoo… Difficilmente cambierete idea sul mood che volete dare al vostro matrimonio e sul genere con il quale vi sentite “sposa”.

4. Se un atelier non vi entusiasma, passate oltre; se vi lascia qualcosa, tornate

Nessuno si aspetta che acquisterete l’abito così su due piedi. Ciò significa che potreste tornare più di una volta in un atelier, o anche fuggire da quello che non vi ha convinte.

Spesso, nella mia scelta dell’abito da sposa, mi sono trovata di fronte a commesse che non capivano le mie esigenze, non risultando empatiche. In questo modo non riuscivo a stabilire un vero rapporto e gli abiti che indossavo non erano come li desideravo.

Non fa niente, se vi succedesse non vi scoraggiate. Troverete tante altre persone pronte a entrare in sintonia con voi e i vostri desideri, basta solo cercare.

5. Scegliete “di pancia”

Emozionatevi. Lasciatevi andare al vostro sogno che si avvera. Quando ho detto “sì” al mio abito, ho pianto. Quando ho realizzato che era lui, gli occhi erano già lucidi, i miei piedi si muovevano come se stessi andando incontro al mio uomo per unirmi a lui come sua sposa.

Non trattenete le vostre emozioni e vedrete che questo momento sarà indimenticabile.

16 Comments

  • Bel post, e grazie per la tua parte

    Coca http://www.queenadress.co.uk

    Rispondi
  • complimenti per aver trovato il tuo abito. xoxo rita talks

    Rispondi
  • Splendido post, e splendidi consigli della tua esperienza!
    baci

    Federica – Cosa Mi Metto???

    Rispondi
  • wow ma che meraviglia, sono super felice per te che hai trovato il tuo abito, chissà che emozione!!:) E comunque grazie infinite per questo articolo, lo terrò presente quando un giorno toccherà anche a me!:) baciii

    Rispondi
  • Trovare l’abito giusto sarà sicuramente un’ emozione unica! Davvero un bel post!!! Grazie per i tuoi consigli!

    Ellysa

    Rispondi
  • Ottimi consigli, è tutto verissimo
    Alessandra

    Rispondi
  • io mi sono divertita troppo a scegliere il mio abito!

    Rispondi
  • una scelta che, a volte, può essere molto sofferta! ottimi i tuoi consigli

    Rispondi
  • Non è facile trovare l’abito giusto, ottimi i consigli!
    Alessia
    THECHILICOOL

    Rispondi
  • Sono felice per il tuo abito, è sempre emozionante ripercorrere ricordi attraverso future spose!

    Barbara

    Rispondi
  • compimenti cara mi piace questo post, hai dato bei consigli.

    Rispondi
  • consigli giustissmi! 🙂 A smile please

    Rispondi
  • Ottimi consigli, senz’altro li seguirò quando, un giorno, sarà il mio momento (se ci sarà… ahahah!) e complimenti ancora per aver trovato il tuo abito! 😀

    Rispondi
  • Ne hai provati davvero quasi 60??? io due ahaha avevo le idee molto chiare 😀

    http://WWW.ELISABETTABERTOLINI.COM

    Rispondi
  • Ottimi consigli, ma per me è presto 😀

    Rispondi
  • che bello mi fai rivivere il momento che ho scelto il mio …

    Rispondi

Write a comment