food, travel

Cosa mangiare a Parigi (e in tutta la Francia)

La cucina francese, dopo quella italiana, è la mia preferita in assoluto. Avendo vissuto per un periodo oltralpe, ho imparato ad apprezzarne i singoli ingredienti e scoperto abitudini culinarie diverse anche solo facendo la spesa.

Posso quindi dire, nel mio piccolo, di aver conosciuto la cucina francese diversamente da ciò che può scoprire un turista in pochi giorni. Tra consigli culinari dei colleghi, ricette trovate sulle riviste di settore, piccoli angoli gourmet dove ho assaggiato nuovi sapori, ho trovato i miei must quando si tratta di mangiare in Francia.

Certo, sarebbe stupendo potersi svegliare una mattina e partire per Parigi, con una limousine che ti porta all’aeroporto sorseggiando prosecco per poi salire su di un jet privato, noleggiato online ad esempio su JetApp.it, giusto per sentirsi un po’ vip. Ma lasciando stare per un attimo le fantasticherie, mi limito a farvi venire qualche languorino che spero soddisferete presto.

Cosa mangiare a Parigi e in Francia – I miei piatti preferiti

Nella capitale è molto facile trovare un po’ di tutto quando si tratta di gastronomia. E’ facile scegliere cosa mangiare a Parigi, vista l’offerta praticamente infinita. Basta restare lontani dai menu turistici che ovunque (anche nella nostra Italia) sono sinonimo di cibo mediocre e cucinato male.

Quindi ecco la mia lista dei cibi francesi che preferisco mangiare in Francia – o a casa mia, cercando di recuperare gli ingredienti originali il più possibile.

Crêpes

Nella lista di cosa mangiare a Parigi e, in generale, in tutta la Francia non possono mancare le crêpes. La crepe dolce è molto simile a quella che conosciamo noi, anche se la farcitura può variare tantissimo. Dalla frutta fresca, alla semplicissima “sucre citron” ovvero zucchero e limone, passando per la “choco coco” ovvero cocco e cioccolato, ce n’è davvero per tutti i gusti. Oltre alla sucre citron, la mia preferita in inverno è quella farcita alla mela e cannella.

Crêpes bretonnes

Le crêpes bretonnes sono la variante salata delle crêpes. Il loro aspetto è diverso nella forma e nel colore: sono infatti chiuse a formare un quadrato e sono di colore marroncino per via della farina di grano saraceno. Anche qui i ripieni sono infiniti: dal classico prosciutto e formaggio (rigorosamente groviera), alle varianti con uova e spinaci, e così via.

Soupe à l’oignon

Non storcete il naso, perché la zuppa di cipolle è praticamente un’istituzione in Francia e in particolare a Parigi. Perfetta nella stagione invernale, è servita in recipienti di coccio e cosparsa di groviera grattugiato su fette di pane che viene fatto gratinare e sciogliere.

Flan patissier

Il flan patissier è forse il mio dolce francese preferito. Si tratta di una sorta di “budino solido” al sapore di vaniglia con una base di pasta brisée. E’ venduto in tutte le boulangeries francesi e spesso si può trovare anche la variante al cocco.

Croque monsieur

Il tramezzino francese per eccellenza, il Croque monsieur è un toast fatto con pane in cassetta con prosciutto e groviera, cosparso di besciamella e fatto gratinare. Per i più golosi, esiste la variante con l’uovo chiamata “Croque Madame”.

Salade de chêvre

Il nome può trarre in inganno. In realtà questo piatto è un’insalatona con la particolarità di essere servita con dischi di formaggio chêvre caldo sopra. Il formaggio chêvre non è un semplice caprino, ma un formaggio che presenta diverse consistenze e la cui parte centrale si scioglie diventando quasi una fonduta. Delizioso.

Macarons

Non possiamo dimenticarci di loro! I macarons sono un’istituzione ormai esportata in tutto il mondo. Non solo Ladurée, bellissimo a Parigi sugli Champs Elisées, si possono trovare davvero in moltissimi angolini di tutte le città francesi. Per chi non li conoscesse, si tratta di due meringhe fatte con farina di mandorle con una crema al centro che le unisce. Esistono in tantissimi gusti e varianti.

Croissants e Pains au chocolat

Infine, altri due must da colazione alla francese. Non posso non nominarli perché sarebbe un sacrilegio non mangiarli! Entrambi fatti con una sfoglia burrosissima, molto diversa da quella a cui siamo abituati, sono senz’altro un’attentato alla linea ma ogni tanto possiamo concedercelo, non trovate?

14 Comments

  • Devo dire che ogni volta che sono stata a Parigi ho sempre avuto quache problemino nella scelta dei cibi ( a parte i croissantes) ma dopo aver letto i tuoi suggerimenti penso proprio che andrò a colpo sicuro con crépes e Croque Monsier!
    Baci.

    Rispondi
  • Adoro la zuppa di cipolle!!!

    Rispondi
  • Croque monsieur Il mio preferito da sempre

    Rispondi
  • Ottimi consigli per chi vuole provare la cucina francese!

    XOXO

    Cami

    Rispondi
  • Io mangerei solo Pains au chocolat!!

    Rispondi
  • Adoro dal primo all’ultimo i piatti che hai citato, grande tradizione la cucina francese!
    Barbara

    Rispondi
  • Ero a Parigi 2 anni fa, all’ inizio ho avuto qualche difficoltà con la cucina. Poi ho imparato ad apprezzare i loro piatti.

    Rispondi
  • Io della Francia adoro il pane e i cornetti! 🙂

    Rispondi
  • Consigli Super per poter assaporare la vera Parigi

    Rispondi
  • Mentre leggevo ho iniziato a sognare i profumi di questi piatti e ora ho fame ahaha Non si va mai abbastanza spesso in Francia, adoro la loro cucina!

    Rispondi
  • quando sono andata a Parigi io ho mangiato da dio 😀

    Rispondi
  • Quando ero a parigi ho fatto il pieno di Macarons, che bontà!!

    Rispondi
  • Amo la cucina francese, sono stata due volte a Parigi e mi ricordo ancora il profumo della zuppa di cipolle e poi anche la fondue, il pane, i cornetti, la creme brulèe e la tarte tatin…

    Rispondi
  • io adoro la Francia e soprattutto Parigi….. ci sono legata particolarmente e il mio sogno sarebbe proprio quello di trasferirmi li….

    Rispondi

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.