trends

What’s trash?

E’ tempo di nuove rubriche! 
Dopo l’ultimissima in tema beauty (la trovate qui), ho deciso di coinvolgervi in un po’ di chiacchiericcio modaiolo. Cominciamo?
Oggi pomeriggio mi è tornato in mente un servizio fotografico agghiacciante apparso lo scorso marzo su Vogue Italia (trovate tutte le foto qui ma vi avverto: non sono adatte ai deboli di cuore!), dove il buon gusto non è minimamente contemplato… e neppure la moda a mio parere.
Senza arrivare a tanto, ogni giorno capita di ritrovarsi davanti esempi più o meno trash di abbinamenti improbabili o di esagerazioni di qualunque tipo, dall’abbigliamento al make-up.
It’s time for a new column!
I just decided to have some fashion talks with you. Can we start?
Today I remembered a terrifying editorial from the March issue of Vogue Italia (you can find the pics here) where the good taste is completely forgotten… and fashion too I think.
Well, everyday you can find some “trash” examples of unlikely matches or exaggerated make-up and outfits.
Photobucket
Photobucket
pourfemme / le blog de betty
Non credo che esista in assoluto un capo davvero trash. Può avere del potenziale, ma abbinato in maniera basic e minimal rischia di diventare addirittura chic. 
Cos’è trash per me? Il troppo.
Troppo make-up, troppa abbronzatura.
Troppo botox, troppi bijoux.
Orli troppo corti, plateau troppo alti.
E ancora biancheria in vista, mix di animalier, nail art, loghi dappertutto… Potrebbe diventare una lista infinita.
E invece per voi cos’è trash? Cosa può diventarlo?
I don’t think there’s an absolutely trash item. It can be potentially trash but if wear it in a basic / minimalistic way it could even become chic.
What’s trash for me? The “too much”.
Too much make-up, too much tan. 
Too much botox, too much bijoux. 
Too short hems, too high platforms.
And also underwear in full view, animal print mix, nail art, logos everywhere… It could become an infinite list.
What’s trash for you? And what can become it?

PhotobucketPhotobucket

20 Comments

  • difficile da dire, viste le ultime tendenze !! bellissimo post

    Check out my blog

    Join my GIVEAWAY!

    Rispondi
  • Mi piace molto questa nuova rubrica! E soprattutto adoro spettegolare sugli abbinamenti sbagliati.
    Per me il trash è l’eccedere in una qualsiasi cosa, anche se banale quando viene accentuata senza misure risulta trash o too much.

    Rispondi
    • sono contenta ti piaccia l’idea di “spettegolare” un po’ insieme 😉

      Rispondi
  • Il capo trash in assoluto esiste: la pelliccia vera. Brutta, volgare, crudele, inutile.

    Rispondi
  • Il capo trash in assoluto esiste: la pelliccia vera. Brutta, volgare, crudele e inutile.

    Rispondi
    • d’accordissimo! tanto più che ormai il faux fur non solo è caldo ma anche fashion

      Rispondi
  • ehm… ora rischio il linciaggio ma ultimamente Rihanna è proprio trash.

    Rispondi
  • concordo, il vero problema è il troppo e il cattivo gusto.

    Rispondi
  • Nell’ultima foto, la modella è vestita come in una scena di Pretty Woman, o sbaglio? E non sto parlando di una delle favolose scene finali, ma delle tristi scene di ripresa a bordo marciapiede..

    Tutto può essere di cattivo gusto, come tutto può essere abbinato nella maniera giusta, senza esagerare. Io odio la biancheria in vista, ma un reggiseno in pizzo azzurro fluo, che fa capolino da una semplice canotta bianca, il tutto abbinato al massimo del basic, non è male. È solo un piccolo esempio 😉

    THE RED GIRL SMILE

    Rispondi
    • sì giulia, è tutto un servizio ispirato al film (se ne sei fan dagli un’occhiata, ho messo il link…fantastico!)
      sono d’accordo con quello che dici, in ogni caso è sempre l’abbinamento che fa la differenza a mio parere 😉

      Rispondi
  • Siii ricordo anch’io quel servizio! Io sono rimasta allibita, non ne ho capito il significato, tu si? Cmq secondo me i trash sono in base al periodo, per esempio una maglietta tutta laminata tempo fa poteva essere considerata trash, i colori neon potevano essere considerati trash, i pantaloni bianchi e via dicendo.. secondo me ci troviamo in un momento in cui la moda sta ripescando tutto, per esempio stavo pensando a cosa poteva essere considerato oggi trash, ma non mi viene in mente nulla!

    Rispondi
    • neanch’io giada! tra l’altro, credo di aver letto che è stato molto criticato perché avrebbe usato degli stereotipi sulle comunità latine degli usa e la sozzani è stata accusata di razzismo per averle pubblicate…

      Rispondi
  • d’accordissimo con te, il troppo è trash! Il troppo e l’eccesso a tutti i costi per farsi notare, non lo reggo proprio.
    Fino a qualche tempo fa avrei stilato una lunga lista di di capi decisamente trash, ora penso anch’io che in realtà non è il capo in se ma come lo si porta. Anche se alcune cose sono proprio insalvabili: lo stivale bianco, gli indianini ( quei cosi dovrebbero essere banditi per sempre!), il perizoma che sbuca dal pantalone, i jens a vita eccessivamente bassa, le maglie che lasciano la panza di fuori (questi ultimi due li metterei nella categoria ” per favore comprate capi della vostra taglia, non 3 in meno!”), tutto ciò che ostenta volutamente un marchio, in particolare le cinture loggate proprio non le reggo e i leggings usati come pantalone!
    Il servizio di Vogue me lo sono scampato, quest’anno ho disdetto l’abbonamento, non ne potevo più !

    Rispondi
    • hai fatto benissimo irene!!! io ho vinto un abbonamento annuale e quindi fino a poco tempo fa mi arrivava gratis ma come rivista la trovo davvero brutta, niente a che vedere con i vogue stranieri sia a livello di fotografie che di contenuti.
      mi fa piacere che la pensiamo allo stesso modo!

      Rispondi
    • Guarda, davvero non ne vale la pena, io sono stata abbonata per anni con un abbonamento super conveniente ( pagavo solo 18 euro) ma nell’ultimo anno nemmeno lo aprivo più!
      Zero contenuti, quei pochissimi articoli che ci sono parlano del nulla e sono infarciti di quei fastidiosi termini stranieri, tipo Enzo e Carla.I servizi di moda, per carità sono belli, ma alla fine sono sempre le stesse cose ed è difficile distinguerli dalle pubblicità che sono la maggior parte del giornale!
      Elle non mi dispiace invece!

      Rispondi
    • elle piace anche a me! che ne pensi di marie claire invece? a fasi alterne sono le mie due riviste preferite. di marie claire in particolare apprezzo molto il taglio ironico anche se a volte i servizi di moda sono un po’ ripetitivi (dopo tanti anni mi rendo conto che le idee scarseggiano anche lì… in stile miranda priestly “fiori a primavera”)

      Rispondi
  • No no e assolutamente no. Va bene essere fantasiosi, osare, essere differenti, ma questo non è altro che TROPPO. Troppo perchè non c’è nè stile nè estrosità in ciò che viene indossato. Quindi tutte bocciate! XD Come siamo cattive….

    Baci,

    Benedetta

    http://www.daddysneatness.blogspot.com

    Rispondi

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.